domenica 24 giugno 2007

Disegno 6, Mais2: Sol Mirror

Tutorial n°25

SALVE A TUTTI! Questo tutorial non è specificatamente a scopo educativo, non potrei permettermelo da dilettante che sono, ma tenterò comunque di spiegare in brevi passaggi la lavorazione completa di una mia tavola:

Sol Mirror è una serie pubblicata da Cronaca di Topolinia, giunta già al secondo numero. Anzitutto, essendo solo una disegnatrice, leggo la sceneggiatura (nel mio caso di Rossana Baldanza):

---------------------------------------------------

1 PP di profilo, Seth si sveglia con un sussulto. È sempre nella sua poltrona, non si è mosso. Solo ha sognato.

2 Allarghiamo l’inquadratura precedente. Seth si gira verso Asiah che vediamo sul fondo, ancora nel suo letto immobile. L’elettrocardiogramma ha iniziato ad aumentare il ritmo.

3 Seth si alza facendo cadere la sedia, mentre un dottore e due infermieri entrano con l’apparecchiatura per il massaggio cardiaco.

Dottore: presto! Fate uscire il ragazzo dalla stanza!

4 Uno degli infermieri lo accompagna alla porta mentre Seth ha il viso rivolto verso Asiah (che comunque non inquadriamo). Arrivano correndo i genitori.

Madre: Oh mio Dio…Seth! Cosa è successo?

Dottore (FC): Carica!

5 Da dentro la stanza di ospedale, i dottori fanno il massaggio cardiaco mentre da fuori la stanza attraverso la vetrata, ci sono i genitori disperati che si abbracciano. Seth invece guarda immobile la scena.

Rumore: Whamp!!

6 Ravvicinata su Seth che appoggia la mano e la fronte al vetro e sussurra.

Seth: Sorella! Che ci sta succedendo!

------------------------

Poi passo allo storyboard.



Il mio storyboard si riduce ad un piccolo quadratino estemporaneo scarabocchiato dietro il foglio che userò; io uso un semplice F4 24x33 ruvido, anche se liscio è molto più comune, ed io stessa credo che presto comincerò ad usarlo.

- dopo aver creato uno storyboard che mi aggrada compositivamente inizio a squadrare il foglio per disegnare.


- All’inizio convene non perdere tempo a definire, ma fare invece la bozza di tutta la tavola, così da vedere subito se cè qualcosa che non mi convince.

- In queste tavole per lo schizzo ho usato la matita cyan (matita azzurra), per poi definire quel che mi interessava con la micromina 0.5 (in verità non lo faccio mai, sarà stata la seconda volta, ma così potete vedere meglio il tratto, di solito uso solo l’azzurro).

Dopo aver finito posso cominciare ad inchiostrare i bordi delle vignette.


C'è chi lo fa alla fine ma per me sinceramente ha più senso farlo prima.


Per inchiostrarli uso un pennarello 0.8, anche se attualmente il mio è un pennarello per cd della stessa dimensione.

Adesso si comincia ad inchiostrare.

Userò il pennello, anche se solitamente non lo faccio, ma agli esami della Scuola dei Comics mi hanno detto di usarlo, e poi è uno degli stumenti che aiuta molto nella disciplina.

-Prima inchiostro tutti i personaggi della tavola, più vicini saranno tanto più spesso sarà il tratto. Ecco qui un video esplicativo:



Nell’ultima vignetta ho inchiostrato lui con un pennarello 0.2, senza modularlo, così che sembrasse più credibilmente al di la di un vetro, lo vedrete finito alla fine del Tutorial.


A questo punto al 70% delle possibilità ci sarà qualcosa che ho sbagliato e bisognerà correggerla. In questo caso ne ho 2:

Quest’occhio non mi soddisfa affatto, mentre a matita mi piaceva.


Questi tratteggi brutti ed inutili vanno tolti.


Ci sono vari modi per correggere, il più comune è il correttore da cartoleria, che sia fluido però, tipo quello Pritt, a penna.

Poi c'è la carta adesiva (le pecette), si ritaglia quanto serve, si appiccica e ci si ridisegna sopra.

In questo caso ho usato un marker bianco, ma solo perché era un elemento molto piccolo.

Comunque, mentre tentavo di tenere il pennarello con una mano e fotografare con l’altra...


...okay, niente panico, in tali evenienze bisogna prendere subito un fazzoletto e tamponare.


Fatto. Ora potrò correggere.

L’altro errore l’ho corretto semplicemente col correttore senza fargli subire danni permanenti.

A questo punto ho una cosa del genere:


A questo punto passo ad inchiostrare i fondali, per farlo io uso dei pennarelli, in questo caso 0.2, ma dipende dalla lontananza, 0.1, 0.3...

Ecco a voi un altro video esplicativo (si, mi sono impegnata molto)



...e così via per tutte le vignette restanti.

Direi che può bastare.


Nelle mie tavole non ci sono baloon, a quello ci penserà Maurizio Clausi, il letterista.

Se avessi dei neri a questo punto potrei metterli, ma le mie tavole andranno invece colorate, quindi la lascerò così.

Ed ecco qua infine il ragazzo dietro la finestra. Finito credo che si possa apprezzarne meglio l’effetto.


Bene! Fine del Tutorial!
Alla prossima A_A

Mais2
Sol Mirror ©Salvatore Taormina

9 commenti:

R! ha detto...

che professionalità il nuovo kinaaaarttttt!!
chebello!

ACCORRETE!
ACCORRETEEEE!!

*__*

Anonimo ha detto...

ALLIBISCO O_O
Io non avrei mai tutta questa pazienza, impazzirei.

Luorenza

Anonimo ha detto...

complimenti per il tuttorial spiega proprio tutto ehehehhe voglio al piu presto vedere pubblicata codesta storia.... porco cane sei truoppo brava u capisti ......
(lo scritto lo scritto ho lasciato un commento basta frustare ahi ahi frustate basta ti prego ahi ahi ahi ) :)
avem

Anonimo ha detto...

Interessantissimo!!! forti i video!!

Pieshiro

Lucy ha detto...

Cara Mais, il tutorial e' bellissimo! Ma quelle matite azzurre che compri, dove si trovano? Sono normali matite azzurre prese dalla scatola? Oppure usi un modello/marca/mina particolare?
Ciao!

Lepa ha detto...

che bello vedere come lavorano autori diversi.

MAiS2 ha detto...

grazie mille atutti A__A
le mine azzurre me le hanno regalate, presto mi troverò xò a doverle ricomprare, allora saprò dirti che marca riuscirò a trovare A__A ehheha

Anonimo ha detto...

bellissimo lavoro!!!!!! complimentoni!!!poi la realizzazione con sotto aphex twin da paura! BrAVa!!!

Loura ha detto...

Great work.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails