venerdì 11 gennaio 2008

Struttura3: Massimo dall'Oglio

Tutorial n°65

Ciao a tutti!
Riprendiamo i TUTORIAL SUL MANICHINO.

Parte3: Il braccio.

Altri TUTORIAL STRUTTURA
-Struttura1: Introduzione e BUSTO
-Struttura2: ADDOME E BACINO
-Struttura3: Il BRACCIO
-Struttura4: ARTI INFERIORI
-Struttura5: TESTA

Oggi ci occuperemo della realizzazione degli arti superiori.
Il braccio si suddivide in tre parti fondamentali: BRACCIO, AVAMBRACCIO E MANO; per poter procedere con lo studio del manichino la prima cosa da fare è individuare bene le forme che sintetizzano e rappresentano queste tre parti.

Braccio:



Come si può notare non è nulla di troppo complicato, dobbiamo disegnare un cilindro ingrossando leggermente la parte superiore (dove si collegherà la spalla) e stringendo quella inferiore (dove ci sarà il gomito. Cerchiamo sempre di individuare subito la linea mediana della forma solida e le linee di curvatura in modo da dare il più possibile l'idea dell’oggetto cilindrico.

Avambraccio:



La sintesi è la stessa che abbiamo usato per il braccio con la differenza che si passa più repentinamente da una sezione larga ad una più stretta (in prossimità del polso). Attenzione! Il restringimento comincia dalla metà dell'avambraccio... se stringiamo la forma vicino al polso rischiamo di ottenere un odioso effetto salsiccia!

Mano:



La mano ha sempre lo straordinario potere di terrorizzare i disegnatori ma se stiamo bene attenti possiamo superare l'ostacolo focalizzando la nostra attenzione sulle forme che la compongono. Quando studio il manichino, disegno sempre la mano come un guanto da cucina composto dalle tre parti: palmo, pollice e dita. Palmo e dita sono molto semplici e la forma che potrebbe dare più problemi è forse il pollice... qui, c'è poco da fare, purtroppo occorre disegnarla parecchie volte per poterla assimilare. Il concetto che dobbiamo fare nostro è l'individuazione delle tre parti “mobili” della mano e dell'andamento che seguono le dita... quando saremo più sicuri allora potremo azzardare l'inserimento delle dita che, nel mio caso, disegno sempre come quattro “quasi rettangoli” uno vicino all'altro.

Raccordi

Mi è capitato spesso di vedere molti principianti raccordare le parti che compongono gli arti inferiori e superiori con delle forme sferiche, esattamente come nel manichino di legno acquistabile in cartoleria. L'utilizzo delle sferette è dato dalla necessità pratica di dover posizionare il manichino di legno in posture che simulano il più possibile quelle umane; nel disegno (sul foglio di carta) però, se ci pensiamo bene, non abbiamo alcun motivo per disegnare le sfere... ci occorrono davvero? Non sarà piuttosto un'abitudine derivata dal luogo comune che quello di legno sia “IL” manichino ideale? Non voglio dire che sia un metodo assolutamente sbagliato, ma dal mio punto di vista la sferetta non aiuta a disegnare ed individuare correttamente gomito, polso, ginocchio e caviglia.
Mi spiego meglio in due punti:
1) la sferetta separa le due forme del braccio e dell'avambraccio creando un “fastidioso” vuoto tra le forme. Non credo che per un principiante sia così semplice e intuitivo passare dalla sferetta alla piega del gomito.
2) La sferetta inganna la forma dell'intero arto perché, quando lo disegniamo piegato, tutto sembra funzionare ma quando poi ci mettiamo il gomito c'è sempre qualcosa che non funziona. Il nostro occhio deve passare da una forma rotonda ad una spigolosa e senza approfondite nozioni di anatomia si rischia di disegnarlo a casaccio, deformando inevitabilmente il manichino.

Procediamo con ordine:

Gomito



Vedete come la sferetta rende l'idea ma ci allontana dalla vera fisionomia dell'arto?





Nella mia sintesi di manichino, ho risolto l'inconveniente unendo semplicemente le due parti con delle linee dritte e disegnando uno “spigolo” nel punto esatto in cui prima c'era la sferetta. Il concetto è applicabile da tutti i punti di vista... Ora si! Il nostro arto comincia ad avere un aspetto più serio.

Polso



Stesso ragionamento per il polso. Quella maledetta sferetta non ci aiuterà mai nello studio del manichino e dell'anatomia.





Come per il gomito questa volta gli spigoli sono due e uniscono avambraccio e palmo della mano.
Ma cosa sono questi spigoli? Se osserviamo lo scheletro dell'arto superiore ci accorgiamo subito che sono le sporgenze ossee di “radio” e “ulna” che compongono l'avambraccio.





Spalla

Ora non ci resta che collegare l'arto alla botte del torace.


Anche in questo caso niente sferetta ma una bella linea curva che parte dal punto di congiunzione della clavicola (vi ricordate? Lo abbiamo visto nel tutorial della botte) all'inizio del cilindro del braccio.




Esercizio: cercate di disegnare il braccio in diverse posizioni utilizzando delle foto di atleti in movimento... evitate braccia troppo muscolose perché potrebbero ingannare l'occhio e non aiutarvi nello studio.
NOTA: Non preoccupatevi se non abbiamo studiato in modo approfondito la spalla. Sarà oggetto di studio nel tutorial finale in cui vedremo “il movimento del manichino”. In questi primi tutorial stiamo solo imparando a disegnare le forme, ok?

Buon proseguimento :)
Massimo Dall'Oglio

NEXT 17/01/08: Sergio Badino, Il Soggetto

6 commenti:

CarloV ha detto...

ragazzi ho un problema... vabbè che può essere che sia firefox... ma ve lo espongo...

sono abituato a stamparmi i post dei tutorial perchè così li faccio (anzi li farò) con più calma alla scrivania... solo che adesso quando vado in anteprima di stampa, dopo le prime due pagine, tutto il resto del tutorial non viene stampato... non vedo immagini e nulla ... sapete aiutarmi?

efinem ha detto...

anke la mia anteprima è uguale ma perkè nn provi a copiare testo e immagini e a incollarli su un file word e poi stampi quello? così dovrebbe funzionare...

Elena Cavaliere ha detto...

oddio non ti so aiutare °_°; Ma penso che quanto ha detto Efinem sia un buon metodo...

Elena

Aru ha detto...

SEMPRE PIù UTILE! GRANDI! ^...^!

Uomo serio ha detto...

Ho un piccolo dubbio: la struttura di base, essendo costituita da volumi fondamentali, dovrebbe contenere già la muscolatura o i muscoli vanno aggiunti successivamente applicandoli sulla struttura?

Neros ha detto...

Mi hai aiutato molto a capire come fare il gomito e il polso, anche se io non uso questo metodo per fare il manichino, prima facevo la "sferetta" e non mi usciva per niente bene xD.
Grazie mille!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails