lunedì 11 febbraio 2008

Prospettiva Accidentale: Stassi

Tutorial n° 68

PRIMA PARTE : nozioni di base
SECONDA PARTE : prospettiva centrale

Claudio Stassi, dopo averci parlato di griglia prospettica e di come utilizzarla per costruirci dei solidi in prospettiva, continua a insegnarci sull'argomento parlando di Prospettiva Accidentale.

Wikipedia dice che: “Il termine prospettiva, indica genericamente ogni sistema di rappresentazione dello spazio, che la sensibilità dei vari momenti, del gusto che dei vari artisti ha impiegato nelle diverse epoche.”

Descrizione impeccabile, non c’è dubbio. Ogni forma di prospettiva rappresentata da un artista nei secoli, ha segnato un’epoca artistica. Pensiamo ad esempio al periodo rinascimentale: le figure stavano erette, davanti a noi su uno spazio prospettico centrale, dove cioè tutte le fughe partivano da un unico punto di fuga. (vedi prospettiva centrale).

Analizziamo invece i quadri della pittura impressionista, dove un semplice tavolo, in quest’opera di Degas, fa da guida all’osservatore, sulla conoscenza delle immagini dell’opera.

Degas- Assenzio

Oggi, lo spazio ha un’importanza fondamentale nella rappresentazione di un’immagine, è per questo che si cerca di coinvolgere il lettore/fruitore facendolo “entrare” all’interno della scena.

Il cinema, la fotografia e il fumetto, sono tre delle arti che più “giocano” sul fattore prospettico, partorendo con le immagini emozioni che descrivono un’ambiente.

La prospettiva, dicevamo, è un fattore che produce emozioni tramite immagini.

La prospettiva accidentale è una di queste.

Si, si… la prospettiva accidentale può creare delle immagini emotivamente forti.

Non ci credete? Ecco un paio d’esempi.


Meven- J.Sacco Mondadori


Wanted- Millar- Jones_Mounts- Panini Comics

Belle vero?
Bene, entrambe sono state realizzate dagli autori con una prospettiva accidentale.
Come probabilmente ricorderete, per realizzare la prospettiva centrale abbiamo bisogno di un punto di fuga poggiato sulla LO (linea d’orizzonte), che veniva usata per dare un ordine grafico alla posizione dell’osservatore.
La prospettiva accidentale utilizza invece, due punti di fuga.
Due punti assolutamente distanti tra di loro in riferimento all’immagine da disegnare.

Ma partiamo dall’inizio.

Per realizzare un’immagine in prospettiva accidentale, in primo luogo dobbiamo avere chiaro in testa la posizione che l’oggetto dovrà avere nello spazio prospettico e usare le fughe dei punti per rendere al meglio l’immagine pensata .
Ipotizziamo una nostra posizione nello spazio, sulla LO (linea d’orizzonte, ricordate?).
Bene, su questa linea, prendiamo due punti, ben distanti tra loro, e chiamiamoli A e B (potete anche chiamarli Ciccio e Turiddu la sostanza non cambia).


A quel punto pensiamo a cosa vogliamo disegnare e in che posizione. Ok, ok, niente astronavi, né carrarmati, né Spiderman che vola sui tetti. Prima cominciamo da cose semplici, poi magari farete delle prove più complesse.

Partiamo da un cubo. (vfc: che pa**e!)
Tu che hai detto “che pa**e” starai in piedi sul punto di fuga per tutta la lezione.
Ora, attenzione, che la cosa si complica un po’.

Dai due punti facciamo partire delle fughe che andranno in senso opposto alla loro posizione su LO; se il punto A si trova a sinistra le fughe andranno a destra , se il punto B si trova a destra le fughe andranno a sinistra, chiaro?

In questo modo si creerà un incrocio di linee che utilizzeremo come piano prospettico dove far poggiare il nostro cubo.


Distanziato da LO troveremo la nostra LT (linea di terra, ricordate?) che ci servirà come guida per capire che tipo di inquadratura la nostra immagine avrà. Se infatti LT e LO sono vicine vuol dire che avremo un’inquadratura dal basso, come se il mio occhio fosse vicino al pavimento di casa, o a quello di una strada. Più LO si distanzia da LT più la nostra visone dell’immagine sarà vista dall’alto.


A questo punto, decidiamo la posizione del nostro cubo.

Ok… lo voglio vedere leggermente dall’alto, spostato verso il lato sinistro del foglio e non tanto grande.

Parto dalla base cercando di ricordarmi che essendo in fuga, il quadrato che costruirà una faccia del mio cubo, avrà una forma irregolare.

Costruirò il mio cubo ovviamente sotto LO perché deve vedersi leggermente dall’alto come richiesto, e la base sarà disegnata vicino (ma non troppo) al punto A.

Fatto il nostro quadrato, alzeremo i quattro punti verso l’alto.

Prendiamo in esame il lato in costruzione più vicino a noi.

Per capire quanto dovrà essere alto, dobbiamo fare i conti con il nostro parametro d’osservazione, la nostra capacità di capire quanto un lato corrisponda ad un altro, otticamente più piccolo perché in prospettiva. Decidiamo l’altezza quindi del nostro cubo e fughiamo due lati su A e due su B.

All’incrocio delle fughe troveremo il nostro cubo completo.


Ok, da questo momento in poi provate a fare cubi in varie posizioni, più a destra e a sinistra , ma anche visti dal basso.

Per vedere i cubi dal basso basterà ovviamente fugare le linee sopra LO.

(vfc: Scusi… posso andare al posto?

Claudio: Si. La lezione è finita…ma prima posa quelle linee di fuga o ti spacco la faccia.)

Claudio Stassi

NEXT 18/02/08: Massimo Dall'Oglio, Struttura4

5 commenti:

Ketty Formaggio ha detto...

Un tutoria davvero molto bello e anche chiaro a mio parere, complimenti Claudio!!!

Luisa ha detto...

Molto utile e soprattutto molto lineare, pregio raro.

Siddhartha ha detto...

Bello semplice e chiaro!!
Una ragazza mi ha dato il link e son giunto qui. Io disegno per hobby, ma mi son accordo che queste lezioni son davvero efficaci, utili per dare metto "piattezza" (penso si dica così..) ai disegni.
Mi tufferò nei vecchi post :D

fed_44 ha detto...

Grazie mille di questo tutorial, ormai ogni volta che devo disegnare un ambiente ritorno qui!!!!

marta ha detto...

ciao! sei molto bravo =) ma...sono dura di comprendonio e volevo un aiuto per favore =)
nelle figure + complesse cn + elementi sovrapposti posti a diverse distanze dalla fuga cm faccio a calcolare l'altezza dei vari elementi? te ne sarei molto grata se mi aiutassi spero a presto =)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails