venerdì 28 marzo 2008

Andrea Accardi: John Doe n°50-1

Tutorial n° 73

Andrea Accardi ha collaborato con Granata Press, "Esp", realizzato copertine e illustrazioni per Nexus, Metrolibri e Marvel. Per Kappa Edizioni ha realizzato numerose storie in coppia con Massimiliano De Giovanni ("Gente di Notte", "Matteo ed Enrico" , "Nella camera a gas"), con la quale ha pubblicato anche "Bar Code", per Soleil Edition.
Ha inaugurato graficamente la terza stagione di John Doe disegnando il numero 50 della serie (di cui aveva già realizzato il quinto numero).
In esclusiva per Kinart, ci spiega in due Tutorial ricchissimi di immagini il suo modus operandi, a partire dalla sceneggiatura di Roberto Recchioni fino alle pagine pronte per la stampa.



Tanto per cominciare, ecco il mio calendario per la lavorazione. Non riesco mai a farlo prima, ma solo quando mi trovo con l'acqua alla gola, giusto per capire quante tavole devo fare in un giorno. L'ultimo mese dei quattro che ho impiegato per John Doe, come si vede, ho lavorato sodo! Due tavole al giorno, dalle 9 alle 2 di notte. Riuscivo a fare due matite complete, e quando restava del tempo (ci sono tavole difficili e tavole più facili) ne inchiostravo qualcuna.

Se imparassi ad usare il calendario con largo anticipo, forse vivrei un po' meglio... ma, come si dice, impara l'arte...






Queste sono le pagine di sceneggiatura fornite da Roberto Recchioni, si tratta di John Doe 50, del duo Bartoli/Recchioni.

Uno dei tanti pregi di Roberto è che lascia al disegnatore molto spazio (o almeno questa è la sensazione che ho mentre disegno una sua storia) di giocare con le immagini come meglio crede. In questo modo si diventa una cosa sola col testo tanto da pensare che sia tutta farina del tuo sacco. Invece, a rileggere queste pagine, mi rendo conto di quanto sia stato per l'appunto guidato. La descrizione è sintetica ma precisa, per nulla ossessiva.

Una volta stampato il file con la sceneggiatura, comincio proprio su quelle pagine a buttare giù un mini stroryboard. E sono dentro.



Questi bozzetti sono una via di mezzo tra storyboard e matita. Ho ripreso l'idea già schizzata in piccolo.
Le matite più leggere sono quelle che definisco "buone subito", tanto che il definitivo si scosta poco dalla bozza. Quando non sono molto convinto invece, ci ripasso più volte sopra. Spessissimo uso questi fogli a quadretti perché mi aiutano nella costruzione (e poi li raccolgo tutti in un librone ad anelli. Oh, io adoro raccogliere tutti i disegni preparatori, li preferisco di gran lunga alle tavole finite).



Alcune volte la lavorazione si inverte. Quando c'è una scena di massa, ho bisogno di usare un segno che visualizzi subito i volumi. Le matite le ho fatte sopra la bozza a pennello, ma è stato necessario un'ulteriore passaggio a china ed evidenziatore per ordinare la scena. Chi è davanti, chi è dietro ecc, ecc.
Poi questa tavola è stata in parte censurata, ma senza problemi.




Andrea Accardi (continua)

NEXT 04/04/08: Andrea Accardi: John Doe n°50-2

6 commenti:

MAIS2 ha detto...

ancoraaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Fabrizio ha detto...

mmm... non vedo l'ora delle tavole finite...

Fab

remo ha detto...

tutorial bellissimo.
aspetto la seconda parte :)
r--

Elena Cavaliere ha detto...

Ci tengo a precisare che l'intro con la piccola biografia è stata scritta da Sergio Algozzino :)

Abbiamo pubblicato in tandem questo stupendo tutorial.


Grazie mille ad Andrea Accardi ^_^

andrea ha detto...

Sono io che devo ringraziarvi per questo e per l'ottimo lavoro che in generale fate su Kinart, dove trovo sempre utilissimi consigli.

Grazie.

Andrea

Projetor ha detto...

Hello. This post is likeable, and your blog is very interesting, congratulations :-). I will add in my blogroll =). If possible gives a last there on my blog, it is about the Projetores, I hope you enjoy. The address is http://projetor-brasil.blogspot.com. A hug.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails